Politica / Regione

Commenta Stampa

Assessore Cosenza su frane in Vallo di Diano

Al via rilievi laser costoni strada provinciale 342

Assessore Cosenza su frane in Vallo di Diano
24/06/2013, 14:02

“Hanno preso il via questa mattina i rilievi topografici per verificare le caratteristiche del costone roccioso che incombe sulla strada provinciale 342 nel tratto corrispondente al comune di Sacco, in provincia di Salerno.”

 

Così l'assessore ai Lavori pubblici e alla Difesa del suolo della Regione Campania Edoardo Cosenza, commissario per il dissesto idrogeologico in provincia di Salerno.


“La gara, eseguita garantendo i massimi criteri di trasparenza, si è infatti conclusa e entro due mesi dalla consegna dei lavori, avvenuta questa mattina, sarà possibile conoscere l'esatto quadro della situazione.

 

“I rilievi – ha detto l'assessore Cosenza - vengono effettuati sia con strumentazioni avanzate, come il laser scanner che è in grado di eseguire una vera e propria “scansione” della parete rocciosa, sia con i metodi tradizionali e i rilievi in parete, effettuati da geologi-rocciatori esperti.

 

“I dati serviranno alla progettazione degli interventi definitivi per la mitigazione del rischio crolli lungo quel tratto della strada provinciale 342. Per consentire tali attività, abbiamo stanziato 4 milioni 100mila euro: i fondi rientrano in quelli a disposizione del commissario per il dissesto idrogeologico in provincia di Salerno e sono stati reperiti dalle economie di spesa generali del Piano.

 

“Lo stanziamento – ha concluso - rappresenta un segnale alle comunità locali che risentono dei disagi dovuti ai fenomeni di dissesto che interessano la strada provinciale: proprio per venire incontro alle esigenze del territorio, abbiamo predisposto una apposita ordinanza per l'assegnazione di tali risorse. L'attività  sarà svolta dalla Agenzia regionale per la Difesa del suolo  (Arcadis) che, al fine di ridurre al massimo i tempi dell'intervento, ha già avviato le attività progettuali.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©