Politica / Regione

Commenta Stampa

Assessore Romano, discariche nel nolano: “Notizia destituita di fondamento”


Assessore Romano, discariche nel nolano: “Notizia destituita di fondamento”
29/11/2010, 17:11

In merito alle notizie di stampa che ipotizzano la realizzazione di una discarica nel nolano destinata ad accogliere i rifiuti di Napoli, l’Assessore all’Ambiente della Regione Campania, Giovanni Romano, precisa che “si tratta di un’ipotesi destituita di fondamento”. “Il modello che la Provincia di Napoli, d’intesa con la Regione Campania, sta promuovendo, è il ‘modello Terzigno’ e cioè quello di discariche deputate ad accogliere esclusivamente i rifiuti di un’area geograficamente limitata e decisa dalle comunità locali. Tale modello sarà proposto ovunque, cioè in tutta la Campania: non si realizzeranno più discariche regionali o provinciali, ma discariche consortili che serviranno esclusivamente le comunità che avranno scelto l’ubicazione dell’impianto in base a determinati accordi su scala locale. Ad esempio, a Salerno, la riapertura di Macchia soprana servirà esclusivamente ad accogliere i rifiuti della provincia di Salerno. Accadrà, in effetti – ha detto l’assessore Romano - ciò che è accaduto con cava Sari, dove 18 sindaci dell’area rossa, hanno raggiunto un accordo per sversare esclusivamente i rifiuti prodotti in quelle 18 cittadine nella discarica già esistente a Terzigno. Quindi la scelta delle discariche consortili sarà operata con il coinvolgimento delle amministrazioni locali: saranno i sindaci che si riuniranno e decideranno, insieme alle proprie comunità, ossia ai cittadini, l’ubicazione delle discariche, i comuni che vi avranno accesso e la tipologia dei controlli necessari. Se sarà realizzata una discarica nel nolano saranno dunque – ha concluso l’assessore Romano – le comunità a deciderlo e a decidere quali comuni servirà”.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©