Politica / Politica

Commenta Stampa

Augusto Santori (PDL): “Da genitori presa di posizione da non sottovalutare”


Augusto Santori (PDL): “Da genitori presa di posizione da non sottovalutare”
16/11/2011, 15:11

“Sosteniamo le legittime ragioni espresse dai genitori dei cento bambini che frequentano la scuola dell’Infanzia Capponi, che nell’ambito del nuovo dimensionamento delle Istituzioni scolastiche deliberato dalla Giunta del Municipio XV è stata inserita nel quadrante Magliana, di fatto tradendo il criterio di territorialità che doveva contraddistinguere tale provvedimento in base al predisposto della legge 111 del 2011”, così dichiara in una nota Augusto Santori, consigliere del PDL del Municipio XV.

“La scuola Capponi si trova in zona Parrocchietta e precisamente in Via San Pantaleo Campano - prosegue la nota di Santori – una realtà storica per il quartiere situata tra il Trullo e Viale Newton. Il fatto che la Capponi sia stata assegnata all’Istituto comprensivo n. 3 (Magliana), di fatto escludendola dal contesto che territorialmente gli sarebbe più proprio e cioè quello del Trullo (IC n. 6), è un atto che non condividiamo e su cui invitiamo la giunta Paris a riflettere con maggior rigore”.

La legge 111 è stata recepita dalla Regione Lazio con deliberazione n. 377 del 2 settembre 2011 e definisce i nuovi criteri per la riorganizzazione degli istituti scolastici del primo ciclo, stabilendo che gli istituti comprensivi per acquisire l’autonomia dovranno avere di norma almeno 1.000 alunni e che quindi la scuola dell’infanzia, la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado dovranno essere aggregate in istituti comprensivi.

“Come stabilito dalla previsione normativa - insiste Santori – il dimensionamento della rete scolastica assume un rilievo centrale per la costituzione di un sistema di istruzione e formazione realmente in grado di garantire apprezzabili livelli di erogazione del servizio, programmato sulla base della realtà socio-economica di un territorio di cui deve cercare di interpretare i bisogni”.

“Credo che proprio la ratio della norma – conclude la nota di Santori – debba spingere il Municipio XV a provvedere già nelle prossime ore a inserire la Capponi in un istituto comprensivo differente da quello individuato nella memoria di giunta n. 15 e maggiormente compatibile con la realtà territoriale e socio-economica più affine a questa importante realtà scolastica”.



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©