Politica / Politica

Commenta Stampa

Aumento tangenziale a 90 centesimi, verdi: "Avviata procedura di denuncia alla UE"


Aumento tangenziale a 90 centesimi, verdi: 'Avviata procedura di denuncia alla UE'
29/12/2011, 11:12

"Come avevamo annunciato ad inizio dicembre la Tangenziale di Napoli, l' unico asse viario interno ad una città europea a pagamento, aumenterà il pedaggio dal 1 Gennaio - denuncia il commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli - a 90 centesimi. Il tutto per implementere gli utili di una società che introita oltre 120 milioni di euro all' anno da pedaggi e royalties. In un periodo di crisi l' aumento per queste motivazioni è scandaloso. A questo si aggiungono le fastidiose prese il giro del Presidente dell' azienda l' intramontabile On. Paolo Cirino Pomicino che ha osato spiegare che "l' aumento è pari a poco più del' 1 % quindi è contenuto e legato al tasso di inflazione". Una vera e propria bugia visto che l' aumento rispetto all' anno scorso è del 5.9 ( da 85 a 90 centesimi ), mentre l' aumento complessivo dal 2006 al 2012 sarà del 48 % ( da 65 a 90 centesimi ). Siamo parlando dell' aumento più alto registrato in Italia negli ultimi 5 anni".
"Per questo abbiamo deciso di segnalare l' intera vicenda all' Unione Europea - continua Borreli con il Presidente della Federconsumatori Rosario Stornaiuolo - per chiedere di intervenire contro quella che noi definiamo una disparità di trattamento e un abuso come l' Rc auto al sud".
"Ogni giorno - spiega lo speaker Gianni Simioli - approfondirò il tema durante la mia trasmissione su Radio Marte Stereo. Qualcuno anche del Governo deve fermare questo abuso di stato. Per non parlare dei deputati napoletani che intervengono solo in difesa dei loro stipendi e privilegi da CASTA e per l' ennesima volta non hanno tutelato gli interessi dei napoletani".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©