Politica / Regione

Commenta Stampa

Aumento tassa rifiuti a Napoli fa storcere naso a molti


Aumento tassa rifiuti a Napoli fa storcere naso a molti
13/10/2009, 17:10

"E' alquanto strana se non vergognosa la dichiarazione del sindaco Iervolino quando in Consiglio dichiara che quella non è la sede per discutere sulla Tarsu: forse perché, per far quadrare i conti, l'aumento di tale tassa deve essere fatto solo tra le quattro mura della Giunta? E quindi fare in modo che gli altri non sappiano il perché e dove vadano queste cifre?" Questa l'indignata reazione del responsabile per la Campania dell'Italia dei Diritti Antonio D'Auria alla notizia della bocciatura dell'ordine del giorno che chiedeva tagli sulla tassa dei rifiuti per i meno abbienti e l'aumento dello stanziamento, già previsto a titolo di ristoro, per gli abitanti del quartiere di Chiaiano sede della discarica. "Ma di sicuro ciò che è deplorevole - prosegue sdegnato D'Auria - è il coraggio, che gli amministratori della città e della maggior parte delle province, hanno avuto nel pensare e mettere in atto l'aumento di questa tassa. Un incremento ingiustificato visto che non sappiamo neanche dove vadano a finire i soldi che già paghiamo e abbiamo pagato in passato dato che questa città e parte delle province sembrano delle discariche a cielo aperto per gran parte dell'anno". Continua con un accorato attacco l'esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro: "Di sicuro l'aumento è immotivato, la bocciatura dei fondi da destinare come ristoro per chi è costretto a subire il deposito dei rifiuti sotto casa è assurda, ma forse è stata respinta perché si sono resi conto che ormai la maggior parte del territorio è una discarica. Ciò che è inaudito e vergognoso è il fatto che non ci sia la volontà, una volta per tutte, di mettere un punto a questa gestione sbagliata e portare questa città e le province allo stato che meritano, cioè pulite e apprezzate in tutto il mondo. Spero - conclude D'Auria - che questa sia la volta buona e di non ritrovarmi più a parlare di questa vergogna che ormai ci affligge da anni portando alle cronache questa città per una realtà che non merita".

“Stupisce – ha commentato oggi il coordinatore vicario cittadino PDL Maurizio Iapicca – che proprio dal centrosinistra arrivi uno schiaffo così forte alle fasce deboli. L’aumento della Tarsu a Napoli è già di per sé una cosa strana, ma a questo punto viene da pensare che la Iervolino ed i suoi fedelissimi vogliano davvero scavare nelle tasche dei cittadini, persino di quelli meno abbienti, e non si sa a fronte di quali servizi resi. Con la bocciatura di questo ammortizzatore si è consentito al sindaco di Napoli di continuare ad arrecare danni alla città”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©