Politica / Regione

Commenta Stampa

Balneatori e Verdi: " la prossima volta la Capitaneria stia più attenta prima di lanciare inutili allarmi"


Balneatori e Verdi: ' la prossima volta la Capitaneria stia più attenta prima di lanciare inutili allarmi'
05/08/2011, 08:08

"Già domenica scorsa - denuncia il commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli - eravamo rimasti molto perplessi dell' inusuale allarme della Capitaneria di Porto nell' invitare a non fare il bagno a Posillipo a causa di piccole zone sporche del mare frutto evidente delle forti piogge dei giorni scorsi. Le analisi puntuali dell' Arpac ci rasserenano. Adesso consigliamo alla Capitaneria di stare più attenta nel sostenre la pericolosità della balneabilità in zone della costa pulite da anni e soprattutto prima di aver avuto le analisi delle autorità competenti. Già la stagione turistica è dura manca soltanto che ci facciamo del male da soli".
"Chi come noi - dichiara il Presidente regionale del Sindacato dei Balneatori Mario Morra, nonchè amministratore dello storico lido situato proprio a Posillipo "Bagno Elena" - vive il mare da sempre sa quando c' è da preoccuparsi per l' inquinamento e invece quando ci sono situazioni frutto di eventi straordianri come una pioggia estremamente abbondante. Il mare di Posillipo è pulito e balneabile da anni anche se questa storia ci ha pesantemente danneggiati sia dal punto di vista economico che di immagine turistica. Spero non accada più".
"Dopo il divieto - conclude Borrelli - di raccolta e consumo di ricci di mare, molluschi e crostacei pescati in alcune zone a Napoli e provincia in cui è presente l' alga tossica "ostreopsis" chiediamo che nei ristoranti napoletani sia assolutamente evidente la tracciabilità di questi frutti marini. Bisogna che i ristoratori per primi stiano molto attenti a verificare la proveninza di questi prodotti per evitare grossi fenomeni di intossicazione".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©