Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Il deputato:"Questo non è un paese libero"

Barbareschi:"Resto con Fini ma Berlusconi mi ha offerto di tutto"

Nuova intervista rilasciata dal finiano a "La Zanzara"

Barbareschi:'Resto con Fini ma Berlusconi mi ha offerto di tutto'
01/02/2011, 21:02

ROMA - Entro in Fli, poi ritorno al Pdl, anzi no: forse mi dimetto. Luca Barbareschi appare non poco confuso e dubbioso riguardo il suo futuro nella politica italiana e così, dopo essersi lamentato per uno stipendio da parlamentare "troppo basso" ed aver fatto credere di voler ritornare tra le fila berlusconiane, rilascia qualche altra dichiarazione che lascia presagire un suo abbandono; forse:""Il clamore con il quale i giornali celebrano il mio ritorno nel Pdl - precisa - si basa esclusivamente su illazioni. La notizia vera - assicura il futurista incerto anche del suo presente - è che ieri pomeriggio sono stato ad Arcore per incontrare il premier, e sono contento di questo incontro, visto che in Parlamento ho sottolineato più volte come mancasse in questa legislatura un confronto con la leadership del governo, che troppo spesso ha demandato a colonnelli e portaborse il rapporto con i parlamentari".
Barbareschi, ospite prima su Radio due e poi al programma di Radio 24 "La Zanzara", decide di parlare senza freni e snobba senza mezzi termini i cosiddetti "Responsabili" guidati dell'ex finiano Silvano Moffa:"Non ho nessuna intenzione di andare con loro -perché non esco dal Fli. Io mi auguro che i dieci punti costitutivi di Futuro e Libertà vengano rispettati, altrimenti può essere che io non sia più nemmeno in Parlamento".
Insomma, la telenovela dell'attore-politico regala nuovi colpi di scena e qualche frecciatina:"Non mi da fastidio Ruby. Mi dà fastidio Minetti perché guadagna 18 mila euro al mese e non è competente". Dopo mesi di scena opaca, l'attore approfitta dei riflettori che la stampa gli ha puntato contro per parlare a ruota libera e rivela alcuni particolare sull'incontro nella villa milanese del Cavaliere:"Berlusconi mi ha offerto di tutto per Tornare al Pdl"; assicura a La Zanzara e poi prosegue disinvolto:"Ad Arcore abbiamo parlato di temi legati alla comunicazione, alla cultura, al lavoro ed è ovvio che Berlusconi mi abbia chiesto di tornare nel partito, ed è ovvio che mi abbia fatto delle proposte: ci sono 11 posti liberi da sottosegretario, ma non siamo entrati nel merito".

DIFESA DI BERLUSCONI SUL CASO RUBY
E sul cocente "Ruby-gate" Barbareschi si schiera, se non proprio con il premier, sicuramente nemmeno dalla parte degli inquirenti:"Nell'inchiesta ci sono delle foto fatte in casa di Berlusconi con strumenti professionali usati per lo spionaggio - osserva infatti -. Nelle notizie importanti, ad esempio sulle stragi di Bologna, di Piazza Fontana - prosegue il deputato finiano - non sono mai uscite foto o intercettazioni, ma quando si vuole esistono e sono fatte con strumenti professionali. Apparecchi che costano più di 25.000 euro l'uno. Gli investigatori hanno fatto delle foto e sono notizie certe. Non è più un paese libero. Se dovessi vedere una foto di Berlusconi io come cittadino italiano mi sentirò offeso".

INCONTRO-CHIARIMENTO CON FINI
Il deputato futurista riferisce poi del suo incontro con il presidente della Camera e Casini e precisa:"Ho parlato con Fini ed ho avuto modo di spiegargli diverse cose che al termine mi ha detto che prima non aveva capito. Siamo un partito dove si discute, speriamo di chiarirci". Tuttavia, minaccia in maniera scarsamente credibile Barbereschi "potrei dimettermi da deputato se non si rispetta lo spirito originario". In ogni caso, mal che vada, ci sarà sempre e comunque la pensione-vitalizio che spetta a tutti i parlamentari; anche ai più confusi e inconcludenti.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©