Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Barbato (IdV): "Berlusconi mafioso", ed è bagarre


Barbato (IdV): 'Berlusconi mafioso', ed è bagarre
02/10/2009, 12:10

Interruzione forzata dei lavori parlamentari, questa mattina, durante l'approvazione degli ordini del giorno sulla legge che introduce lo scudo fiscale, prima della votazione finale. Illustrando uno dgli ordini del giorno, il deputato Francesco Barbato, dell'Italia dei Valori, ha accusato Berlusconi e la sua maggioranza di essere dei mafiosi. Apriti cielo: il vicepresidente dei deputati del PdL Italo Bocchino ha reagito verbalmente chiedendo al presidente di turno, l'esponente del PD Rosy Bindi, di intervenire perchè "è stato commesso un reato, dato che siamo alla Camera". La Bindi ha risposto che l'Onorevole Barbato era stato "richiamato all'ordine". A quel punto c'è stata bagarre nei banchi dell'IdV, i cui deputati presenti in aula hanno sollevato le agende rosse, in memoria della famosa agenda, con la copertina di colore rosso, che Borsellino portava sempre con sè per annotare le cose cruciali e che il giorno della sua morte, dopo l'esplosione in via d'Amelio, fu portata via da un Carabiniere (ci sono le foto che lo ritraggono con la borsa del PM in mano, borsa che poi fu ritrovata aperta, ma mancante della suddetta agenda). Al Presidente Bindi non è rimasto che sospendere la seduta.
Quando poi Gianfranco Fini l'ha ripresa, ha preannunciato possibili sanzioni contro Barbato per le dichiarazioni fatte oggi in aula.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©