Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Barbato interviene su rapporti mafia-politica in Puglia


Barbato interviene su rapporti mafia-politica in Puglia
16/02/2011, 17:02

Roma - “Nulla di nuovo sotto il cielo, poiché anche in Puglia si ripete il perverso intreccio tra politica, affari e criminalità organizzata, a cui siamo tristemente abituati nel nostro Paese. D’altronde, il governo Berlusconi ha sdoganato i comportamenti illegali di quegli imprenditori furbetti che si arricchiscono con la grave ed intollerabile complicità di una certa politica, che va dal livello locale a quello nazionale”. Francesco Barbato, responsabile per le Mafie e la Criminalità organizzata dell’Italia dei Diritti, commenta con queste parole le dichiarazioni del pentito Ercole Penna, secondo il quale la Sacra Corona Unita si sta evolvendo, intessendo rapporti con l’imprenditoria e la politica locale.

Secondo il collaboratore di giustizia, l’organizzazione criminale pugliese si sta muovendo sul territorio controllando, oltre il giro delle scommesse e del gioco on line, anche i servizi di guardiania alle aziende e, probabilmente, il settore dell’installazione degli impianti fotovoltaici.

“Il mio impegno parlamentare - continua l’esponente del movimento guidato da Antonello De Pierro - consiste, innanzitutto, nella costante lotta al sistema economico criminale. Per questo motivo, mi muoverò al più presto attivando il Sindacato ispettivo per far luce sulla vicenda, ma, soprattutto, per buttar giù dalle finestre dei palazzi pubblici e della pubblica amministrazione quei politici che insultano il ruolo che ricoprono, inghiottiti dal loro mondo fatto di cricche e di mafiosi”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©