Politica / Parlamento

Commenta Stampa

BASSOLINO COME PRODI?


BASSOLINO COME PRODI?
25/01/2008, 15:01

Ieri il governo è arrivato a un bivio e la stessa sorte sta toccando alla regione Campania. Il lavoro svolto dal governatore Bassolino è da questa mattina oggetto di discussione in Consiglio Regionale, vista la mozione di sfiducia mossa dall'opposizione. La scena appare identica a quella vista ieri al Senato solo in versione ridotta. Dichiarazioni e dibattiti per esprimere i propri voti, di fiducia o meno, nei confronti di Bassolino. Il colpo di scena lo fa l’Udeur che esce dall’aula e si rifiuta di votare. Con questa mossa il partito fa, senza ombra di dubbio, un gesto plateale ma abbassa il quorum e i voti “contro”. Gesto, infatti, non condiviso troppo, ai fini materiali e non ideologici, dal presidente Provinciale di Alleanza Nazionale Luigi Bobbio, che inoltre si sofferma sulla questione rimpasto: «E’ un insulto ai campani, rimpasto per il quale sono stati fatti nomi altisonanti e apparentemente sganciati dalla politica, dimenticando che, se compiuto, lo stesso rimpasto si dimostrerebbe   inevitabilmente per quello che è: un’ennesima truffa ai cittadini».
Punti chiave della maggioranza, invece, sono stati il sottolineare l’impegno di Bassolino nella lotta contro i movimenti di criminalità, l’idea espressa è quella che il governatore è stato l’unico ad assumersi delle responsabilità sull’emergenza rifiuti, anche alcune che non gli spettavano, considerando, quindi, che molti sono stati nel lungo percorso campano gli errori delle istituzioni ma nessuno ha mai ammesso di aver sbagliato, compresa la precedente legislatura, che, inoltre, è stata lei stessa a confermare proprio Bassolino. L’accusa mossa all’opposizione è quella di poca chiarezza, di cambiare troppo spesso idea, a fine dicembre chiesto il passaggio al regime straordinario e ora si vuole il super-commissario. 
Il capogruppo regionale di Rifondazione Comunista, Vito Nocera, invece, apre così il suo intervento: «Comprendo l’atteggiamento del centro destra all’indomani della crisi di Governo che apre prospettive di voto e che il centro destra ritorni al Governo: è una aspettativa legittima ma la dice tutta sull’atteggiamento che la politica in generale ha assunto negli ultimi anni nel nostro Paese».
Tante parole sono venute fuori dall’aula questa mattina ma i voti si attendono, Bassolino sul filo di lana come Prodi? La situazione appare leggermente diversa, i numeri per una caduta, questa volta non sembrano esserci.

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©

Correlati