Politica / Regione

Commenta Stampa

Il Governatore risponde alle accuse del Sottosegretario

Bassolino replica a Cosentino: Campani sanno dov’è verità


Bassolino replica a Cosentino: Campani sanno dov’è verità
18/11/2009, 21:11

NAPOLI - “Cerco sempre di muovermi con il necessario stile istituzionale e l'ho fatto ancora in questi giorni in rapporto alla grave vicenda che vede coinvolto l'onorevole Cosentino. Ma vedo che il sottosegretario all'Economia, sentendosi forte dell'immunita' parlamentare, si consente di definire una porcata l'iniziativa dei magistrati''. Lo afferma in una nota il governatore della regione Campania Antonio Bassolino. ''Subito dopo - aggiunge - sempre con lo scudo dell'immunita', sostiene che chi ha aperto le porte alla camorra rimane a governare la regione Campania mentre chi, come lui e il governo Berlusconi ha osteggiato con ogni mezzo la criminalita' organizzata, deve subire massacri mediatici e strumentali. Siamo davvero al delirio''. ''Dal punto di vista giudiziario si vedra'. Ma dal punto di vista politico la verita' e' molto semplice e chiara - conclude il presidente Bassolino - Per quanto riguarda i rapporti tra la politica e la camorra e per quanto riguarda le lotte e le iniziative contro la camorra ogni cittadino di Napoli, di Casal di Principe e di qualunque altra citta' sa bene, da sempre, da che parte sta Cosentino e da che parte sta Bassolino”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©