Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Battisti: Brasile a Ue, status rifugiato non è atto di ostilità


Battisti: Brasile a Ue, status rifugiato non è atto di ostilità
05/02/2009, 17:02

Il governo brasiliano ritiene che tutte le procedure per la concessione dello status di rifugiato a Cesare Battisti siano in linea con la legislazione brasiliana, ma al tempo stesso sottolinea il principio alla base del diritto internazionale dei rifugiati, secondo il quale la concessione di questo status non costituisce un atto di ostilita' tra Stati. E' quanto si fa sapere dalla rappresentanza permanente del Brasile presso l'Ue, in vista del dibattito e del voto all'Europarlamento sul caso dell'ex terrorista. La concessione dello status di rifugiato, si rileva alla missione brasiliana, e' stata adottata sulla base di elementi e documenti nell'ambito di un procedimento specifico e non rappresenta ''un giudizio di merito sulle garanzie in vigore in Italia, garanzie che il Brasile conosce molto bene''. Alla rappresentanza di Brasilia si fa notare che il caso di Battisti e' all'esame della Corte suprema brasiliana e il governo brasiliano ribadisce la fiducia espressa dal suo presidente Luiz Inacio Lula Da Silva nella lettera inviata al capo dello Stato Giorgio Napolitano, secondo la quale ''i legami storici e culturali che uniscono Brasile e Italia continueranno ad ispirare gli sforzi con l'obiettivo di approfondire maggiormente le solide relazioni bilaterali nei diversi settori''.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©