Politica / Politica

Commenta Stampa

Beneduce: "Nitto Palma e il valore simbolico della scelta"


Beneduce: 'Nitto Palma e il valore simbolico della scelta'
25/01/2012, 11:01

È di qualche ora fa il comunicato ufficiale del PdL. Il compito di guidare il partito in Campania in questa fase burrascosa spetta a Nitto Palma. L’ex guardasigilli è stato indicato quale commissario straordinario da Silvio Berlusconi, che lo ha voluto con sé anche nell’ultima fase del suo Governo, d’intesa con il segretario nazionale, Angelino Alfano.
“Mi sembra una decisione non solo oculata, ma addirittura opportuna – dice Flora Beneduce, consigliere nazionale dei Club della Libertà -. Non dimentichiamo che Nitto Palma si è distinto per una brillante carriera in magistratura. È stato prima giudice istruttore a Vicenza, poi sostituto procuratore della repubblica di Roma e, ancora, sostituto procuratore nella Direzione nazionale antimafia. Questo cursus honorum è stato culminato nella consacrazione politica.”
Ha intrapreso l'attività politica con l'adesione a Forza Italia. Come candidato della Casa delle Libertà è stato deputato nel 2011, nella circoscrizione. È stato presidente della Commissione Giurisdizionale per il Personale alla Camera dei Deputati, membro della Commissione Affari Costituzionali e di quella sulla criminalità organizzata. Dal 2006 è senatore ed è stato vice-presidente della Commissione Affari Costituzionali.
Nel 2008 è stato è stato nominato sottosegretario al Ministero dell’Interno nel Governo Berlusconi IV, fino alla sostituzione del dimissionario Alfano al Ministro della Giustizia.
“Si tratta di una personalità carismatica, che ha saputo farsi apprezzare per il suo oro all’interno del partito e nelle istituzioni. L’indicazione di un magistrato come commissario in Campania ha un significato simbolico forte. La criminalità organizzata non è nel partito né in Campania. Anzi, le scelte del PdL indicano la volontà di contrasto e la sicurezza dell’infondatezza delle accuse mosse all’ex coordinatore regionale, Nicola Cosentino”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©