Politica / Politica

Commenta Stampa

“Chiudere con fisco porta molti miliardi all'erario”

Berlusconi: “ Con maggioranza, subito condono tombale”


Berlusconi: “ Con maggioranza, subito condono tombale”
09/02/2013, 09:53

ROMA - Silvio Berlusconi, ospite della trasmissione “Leader” di Rai Tre ieri ha dichiarato:
“Se gli elettori danno la maggioranza solo a me io faccio subito il condono tombale e edilizio”.
Il Cavaliere ha poi aggiunto: “Il condono porta nelle casse dell'erario molti miliardi”.
Ma l’ex Premier ne ha per tutti, e su Fini, Casini e Monti dice: “Non sanno nulla, sono dei professionisti della politica. Non sanno nulla di contabilità e di mercati”.
Poi chiarisce e dice: “Nelle dichiarazioni si dice che Berlusconi ha detto solo palle, tutte cose che ho promesso le ho fatte in modo serio, dentro due contratti elettorali. Tutto quello che ho promesso è stato realizzato. Volevo modernizzare il Paese volevo fare la rivoluzione liberale, ma non l'ho fatta per due motivi: non ho avuto la maggioranza, non ho convinto gli elettori, e poi ci sono i piccoli partiti che non ragionano mai secondo un interesse generale, ma secondo il loro particolare interesse che si identifica con quello dei loro piccoli leader”.
Ma le parole più dure sono quelle rivolte ai magistrati, così il Cavaliere tuona dicendo:
“Noi siamo garantisti: è stata una cosa dolorosa per noi escludere dalle liste persone nella cui onestà noi crediamo. Nella magistratura c'é un filone corrotto che usa il potere per fare lotta politica e per fare fuori gli avversari politici. Io prima del 94 ho avuto un solo processo da cui sono stato assolto, dal 94 ad oggi sono stato aggredito da una serie di accuse. Le accuse che mi sono state fatte da Milano sono ridicole e basate sul nulla”.
Berlusconi poi parla dell’Aquila e dice: “Quello che noi riuscimmo a realizzare all'Aquila è stato ammirato da tutto il mondo. Gli abbiamo dato le case in meno di cinque mesi. Il governo poi si é dovuto ritrarre perché le Istituzioni locali hanno voluto riprendere i loro poteri, ultimamente si sono nominate due commissioni tecniche che stanno lavorano. Per quanto riguarda il centro dell'Aquila ci vorranno 10 - 15 anni perché ogni palazzo ha una storia a sé e ci vogliono perizie specifiche. Per quanto riguarda i fondi sono stati garantiti 10 miliardi e 400 milioni per le istituzioni locali”.

 

 

Commenta Stampa
di Titti Alvino
Riproduzione riservata ©