Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Calderoli: "Se ci sarà governo tecnico, il popolo insorgerà"

Berlusconi a Vespa: "Senza di me, peggio per l'Italia"


Berlusconi a Vespa: 'Senza di me, peggio per l'Italia'
01/11/2010, 15:11

ROMA - Continuano le anticipazioni sul nuovo libro di Vespa, che sembra semplicemente una nuova agiografia del Presidente del Consiglio e della sua corte. Questa volta, sono state rese note alcune parti di una intervista in cui Berlusconi minaccia gli italiani: senza di lui, solo danni.
Più esattamente, dice: "Una mia defezione procurerebbe danni seri al centrodestra e a tutto il Paese. Non sono mosso da ambizioni politiche, a volte gli impegni sono disumani, ancorchè sia aiutato nella quotidianità dell'azione di governo da quella straordinaria persona che è Gianni Letta, ma sto qui per senso di responsabilità. So bene che i cimiteri sono pieni di persone indispensabili, ma credo che se dovessi ritirarmi ora  mancherei a un mio dovere e perderei la stima dei tanti italiani che mi hanno dato la loro fiducia". Inoltre invita l'Udc ad appoggiare il governo e la sua azione.
Intanto anche la Lega Nord interviene sulla richiesta di governo tecnico, avanzato anche da Fini. L'ha fatto con Roberto Calderoli: "Macchè Governo tecnico, macchè Lega interessata ad un Governo tecnico! Io sono preoccupato che qui, profittando delle vicende personali di Berlusconi, sia in atto un colpo di Stato, ma sarebbe il golpe dei fighetta, di quelli che frignano e che non hanno voce e voti. Ma se c'è colpo di stato la rivolta del popolo è legittima".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©