Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Il premier davanti alla stampa spiega cosa ha detto ad Obama

Berlusconi al G8: "Aggredito dalla magistratura, dovevo spiegare"

E attacca bottone anche con il presidente russo Medvedev

Berlusconi al G8: 'Aggredito dalla magistratura, dovevo spiegare'
27/05/2011, 15:05

DEAUVILLE (FRANCIA) - Dopo l'episodio di ieri, con il Presidente del Consiglio italiano SIlvio Berlusconi che è stato visto avvicinarsi al presidente americano Barack Obama per parlargli dei suoi problemi giudiziari, oggi c'è stato il bis. Infatti Berlusconi ha avvicinato il presidente russo Dmitri Medvedev e ha parlato con lui per alcuni minuti. I microfoni erano troppo lontani per registrare l'audio, ma dai frammenti di parole percepiti (tra cui un eloquente "...quattro accuse importanti...") ha parlato anche a lui dei processi che lo riguardano.
E davanti alla stampa italiana non si è certo nascosto: "Ho visto i titoli di alcuni giornali che hanno dato ampio risalto ad una mia conversazione con Obama di cui è stato riportato solo un frammento fuori dal contesto di un ragionamento più ampio. E' mio preciso dovere ogni volta che mi trovo in un contesto internazionale spiegare quale sia la situazione in Italia anche di quelle vicende che possono minare la credibilità dell'Italia. Quando tornerà in Italia, volentieri affronterò il tema della giustizia perchè ritengo fondamentale che si sappia a quale persecuzione vengo sottoposto e del tentativo di aggredirmi anche sotto il profilo patrimoniale con una sentenza fuori da ogni logica, se non quella di favorire il mio avversario politico".
A dargli man forte anche il Ministro degli Esteri Franco Frattini (era al Centro di riferimento oncologico di Aviano), che ha presentato una visione tutta sua della realtà dei fatti: ""Le frasi di Berlusconi sulla giustizia e i magistrati denotano una sofferenza profonda, una sofferenza umana di una persona che da 17 anni è stato colpito da 200 processi penali uscendo sempre senza alcuna condanna. È il segno di un dolore profondo che bisogna certamente comprendere. Ma Berlusconi ha anche parlato, a quanto sembra da queste immagini rubate, dell'esigenza di riforme strutturali nel Paese, che sono una cosa seria e che credo possano interessare anche al presidente degli Stati Uniti. Il fatto che da questa battuta si sia oscurata la valenza importante della presenza dell'Italia al G8, dove si è candidata con successo ad ospitare il G8 attuativo per il Piano Marshall del Mediterraneo che si terrà a Roma in luglio è veramente clamoroso. È questa la vera notizia, che invece è passata in secondo piano".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©