Politica / Politica

Commenta Stampa

“Grillo pericolo per la democrazia”

Berlusconi al Lingotto di Torino

“Mi sento ringiovanito”

Berlusconi al Lingotto di Torino
17/02/2013, 13:36

TORINO - Inizio in grande stile per Berlusconi e il suo intervento al Lingotto di Torino.
Il Cavaliere alla convention del Pdl ha infiammato gli animi dicendo:
“Dovevamo andare in piazza anche noi, perché a noi Grillo ci fa un baffo. Grillo sta facendo un’operazione pericolosa per la democrazia. Non propone nulla e le poche cose che dice non hanno nessun senso”.
Poi l’ex Premier prova ad imitare l’accento del comico e lo definisce: “Un attore professionista dalla sua consumata capacità istrionica, che segue sempre lo stesso copione. E' anche le sue battute sono sempre le stesse. Hanno fatto credere che i candidati di Grillo erano stati valutati da una commissione sulla base dei curricula, invece per l'80% vengono da ambienti di estrema sinistra. Sono soprattutto persone che fanno parte dei centri sociali, dei comitati No Tav e dei black block".
E riferendosi al suo elettorato dice:
“Siete bellissimi, mi sento quasi ringiovanito, mi sembra di essere tornato al '94. La differenza è sempre quella la sinistra delle tasse, la sinistra di un’invidia sociale che non riesce a eliminare oppure noi, che siamo di buon senso, perbene, normali, che non sappiamo né invidiare né odiare perché l'amore vince sempre su tutto. Il dimezzamento del numero dei parlamentari sarà la prima cosa che faremo se gli italiani ci danno la maggioranza".
Il Cavaliere poi conclude dicendo “Se Monti, Fini e Casini restano fuori dalla Camera mi ubriaco. Questa volta credo che dobbiamo mettere il prosecco in frigo. C'e la possibilità davvero che tra qualche giorno possa ubriacarmi per la prima volta”.

Commenta Stampa
di Titti Alvino
Riproduzione riservata ©