Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Il direttore dell’Avanti chiamò il Premier alle 21

Berlusconi al telefono con Lavitola: “Vi scagionerò tutti”

I pm di Napoli depositano l'intercettazione del 24 agosto

Berlusconi al telefono con Lavitola: “Vi scagionerò tutti”
14/09/2011, 19:09

ROMA – "Senta dottore, vabbè io mo sono fuori...a sto punto...". “…e resta lì e vediamo un po'... ".

Si tratta di una conversazione telefonica, ad interagire sono nell’ordine il giornalista Valter Lavitola ed il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Sono le 21 di sera dello scorso 24 agosto, quando il direttore dell’Avanti contatta il Premier in seguito ad una fuga di notizie sull'inchiesta a carico di Gianpaolo Tarantini e dello stesso Lavitola rispetto alla presunta estorsione ai danni del Presidente del Consiglio e, prima che venissero eseguite le misure cautelari. Ora la trascrizione di quella telefonata è stata depositata dai pubblici ministeri di Napoli.

“Sono tutte cose che non esistono e su cui io scagionerò naturalmente tutti”,  rassicurò Berlusconi durante la conversazione telefonica.

Detto fatto. Il Premier, incontrando nel corso delle votazioni sulla manovra diversi parlamentari, avrebbe ribadito di aver fatto semplice beneficenza per aiutare persone in difficoltà e di non capire l’atteggiamento dei magistrati.

Intanto dalla procura di Napoli, arriva la conferma che il procuratore Giovandomenico Lepore, è in contatto con i legali di Berlusconi per concordare tempi e forme di un eventuale interrogatorio del premier.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©