Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Le dichiarazioni nel nuovo libro di Vespa

Berlusconi: "Al voto se cambia la maggioranza"


Berlusconi: 'Al voto se cambia la maggioranza'
02/11/2009, 19:11

ROMA – Se cambierà la maggioranza, si andrà al voto. Ma l'ipotesi che ciò avvenga è più che remota. E' il parere di Silvio Berlusconi, raccolto da Bruno Vespa nel suo ultimo libro di prossima uscita. “Se mai dovesse verificarsi un cambiamento di maggioranza, ma è un'ipotesi che non esiste, ci tengo a dirlo chiaro, sarebbe inevitabile il ricorso ad elezioni anticipate”, ha dichiarato il premier.
Con la Lega, ribadisce, “ho sempre trovato accordi ragionevoli” e con Bossi “c'è un rapporto solido”. Tutto bene, secondo il premier, anche con il Presidente della Camera. Gianfranco Fini “si è dimostrato un alleato leale e un politico lungimirante. A lui mi lega un solido rapporto di amicizia e di stima. Anche con i parlamentari che vengono da An il rapporto è ottimo”. Pareri forse mutati nel tempo, forse non condivisi dai diretti interessati, alla luce dei 'piccoli screzi' che si sono visti negli ultimi tempi tra Berlusconi e Fini.
Il premier si mostra inoltre fiducioso nei confronti dell'Udc, e dichiara che ci sono ottime possibilità che il partito faccia marcia indietro tornando nell'alveo del centrodestra. “La sua politica e il suo modo di condurre la lotta politica corrispondono alle nostre posizioni. Dunque, - ne conclude il premier, - la collocazione strategica dell'Udc non può che essere nel centro destra, e noi attendiamo fiduciosi che questo avvenga”.
Per quanto riguarda le elezioni regionali, infine, il premier spiega che “non c'è nessun problema nell'individuazione dei candidati”, perchè “presenteremo in ogni regione del Nord un ticket che indicherà un presidente del Pdl e un vice della Lega e viceversa”.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©