Politica / Politica

Commenta Stampa

Depositato ricorso per la decadenza del Cavaliere

Berlusconi, Alfano: Fiducia nella Corte Ue


Berlusconi, Alfano: Fiducia nella Corte Ue
08/09/2013, 18:54

Il ministro Angelino Alfano ripone fiducia nella Corte Ue per la decadenza del leader del Pdl. Ad affermarlo è lo stesso vice premier: "Il ricorso alla Corte europea dimostra che il caso Berlusconi non è chiuso. Ci sarà un giudice anche lì e siamo fiduciosi”. "Confidiamo che si possa raggiungere in sede europea - ha spiegato Alfano - la dichiarazione di innocenza" che non si è ottenuta in Italia.
"Abbiamo voluto fortemente la nascita di questo governo, che è stato voluto più da Berlusconi che dagli esponenti del Pd", ha continuato ancora il ministro. "Speriamo davvero che il Pd si mostri interessato alle ragioni dello stato di diritto e alle ragioni del senatore e cittadino Berlusconi che ha diritto di difendersi", ha spiegato.
"Berlusconi ha tutto il diritto di difendersi dentro l'ordinamento giuridico e nel rispetto delle regole della giunta per le elezioni, ad iniziare da domani", ha affermato ancora Angelino Alfano che ha, inoltre, dichiarato: "Avremo modo di ascoltare le parole del relatore e dunque di chi ha il compito di istruire la pratica e la vicenda, portando in giunta l'opinione iniziale". Della legge Severino "si occuperà la giunta che deve intervenire e decidere".
Alfano centra poi la sua attenzione sui risultati ottenuti dal governo Letta: "Abbiamo centrato determinati risultati, che credo siano stati apprezzati da tutti gli italiani. Di questo siamo molto contenti". "Abbiamo riformato fortemente Equitalia e per la prima volta abbiamo fatto una manovra di diminuzione fiscale, senza caricare il peso sulle spalle dei cittadini", ha sottolineato.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©