Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Berlusconi annuncia: cancelliamo l'IRAP


Berlusconi annuncia: cancelliamo l'IRAP
22/10/2009, 16:10

Nuovo annuncio del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi: abolire l'IRAP. E' quanto ha annunciato parlando alla Confederazione Nazionale Artigiani. Ha detto che il governo sta studiando una progressiva riduzione della tassa, fino a completa soppressione; riduzione che potrà avvenire anche in maniera indiretta: aumentando le franchigie per le piccole imprese o aumentando i benefici della Tremonti-ter.
Immediato consenso della Cna, il cui presidente, Ivan Malavasi, ha osservato: "Basta con un fisco che punisce impresa e lavoro, che privilegia le rendite finanziarie, se continua, a dispetto delle promesse, a far pagare alle imprese una Irap sempre più percepita come tassa sul lavoro e sugli interessi passivi". Serie obiezioni invece sono state poste dalla CGIL: "Il primo atto da fare è la riduzione delle tasse su lavoro e pensioni. Lo impone l'equità, lo impone la condizione dei consumi del paese. Poi si può affrontare anche quello che riguarda le imprese", ha detto il Segretario Generale Guglielmo Epifani. Disco rosso anche dal Pd e dall'Idv. Dario Franceschini ha replicato: "L'annuncio sull'Irap è un pezzo di una strategia malefica che copre con annunci la mancanza di azione. Oggi hanno detto elimineremo l'Irap, ma noi dobbiamo costringere il governo a misurarsi sulla realtà delle cose che fa non sugli annunci". Anche Antonio Di Pietro non è da meno: "Siamo stufi di come Berlusconi prende in giro le parti sociali, oggi gli artigiani. Perchè non fa mai quello che dice di voler fare?".
Naturalmente, eliminando l'IRAP, poi il governo dovrebbe anche spiegare come finanzia la Sanità, dato che l'Irap viene dirottata per la maggior parte su quel capitolodi spesa.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©