Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Berlusconi: "Aspettiamo che Udc venga con noi"


Berlusconi: 'Aspettiamo che Udc venga con noi'
02/11/2009, 13:11


ROMA - Pensa di poter fare con Casini un discorso strategico che riporti il suo partito nel centrodestra in maniera stabile? Lo chiede, a Silvio Berlusconi, bruno Vespa nel suo ultimo libro di prossima uscita. "L'Udc - ragiona Berlusconi -e' con noi nel Partito del Popolo Europeo, che e' la grande famiglia della liberta' e della democrazia in Europa. Negli altri paesi dell'Unione i partiti popolari non si alleano con la sinistra, non sono disponibili ad allearsi con una parte o con l'altra. Questo non e' casuale. E' la conseguenza del fatto che i nostri valori, i nostri programmi, la nostra economia sociale di mercato, sono concezioni alternative a quelle della sinistra. Questo avviene persino in Paesi nei quali esiste una sinistra socialdemocratica e riformista vera, a differenza di quella con cui abbiamo a che fare in Italia che ha cambiato piu' volte nome, dal Partito Comunista al Partito Democratico, ma non ha mai rinnegato le sue radici e non ha mai, sostanzialmente, cambiato la sua politica e il suo modo di condurre la lotta politica. Dunque - ne conclude il premier - la collocazione strategica dell'UdC non puo' che essere nel centro destra, e noi attendiamo fiduciosi che questo avvenga".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©