Politica / Politica

Commenta Stampa

“Non siamo una colonia tedesca”

Berlusconi: “Basta ingerenze dall'estero”

Il Cavaliere contro il Ministro tedesco

Berlusconi: “Basta ingerenze dall'estero”
15/02/2013, 18:02

ROMA- Silvio Berlusconi ha deciso di rispondere senza mezze misura al ministro tedesco che ha esortato gli italiani a non votare per il Pdl.
Il Cavaliere ha dichiarato: “Basta ingerenze dall'estero nella campagna elettorale”.
Poi continuando la sua invettiva contro Wolfgang Schaeuble, reo di aver fatto questa affermazione, ha detto:
“Quella messa in atto dall'estero è un’ingerenza inaccettabile nella campagna elettorale di un altro Paese .La Germania deve molta gratitudine a Monti e si sta comportando molto male, sembra che veniamo considerati una loro colonia”.
Ma l’ex Premiere ne ha anche per Grillo e dice: "Ho la fede e il convincimento che vinceremo noi non credere che ci siano tanti italiani fuori di senno da votare Grillo, nel cui movimento circa l’80% proviene dall’estrema sinistra e dai no Tav e in Parlamento saranno tipi non aperti a collaborare con le forze democratiche”.
Poi ritornando a Monti e il suo partito conclude dicendo: “Il centro di Monti e Casini sottrae voti ai moderati e c'è già una disponibilità a collaborare con la sinistra e sono andati, Monti e Bersani, a chiedere il permesso a Berlino. Gli italiani sappiano che se votano questo centro è un voto dato alla sinistra, dagli ultimi sondaggi Monti aveva succhiato molti consensi a Casini e Fini, ma sommati insieme io penso non raggiungeranno il 10%. Il voto strappato ai moderati è un voto assolutamente buttato via e potrebbe essere esiziale per la vittoria del centrodestra, per non parlare di Giannino che si vede che, essendo andato sotto le luci della ribalta, queste gli hanno dato alla testa”.

 

Commenta Stampa
di Titti Alvino
Riproduzione riservata ©