Politica / Politica

Commenta Stampa

Il Cavaliere serra le fila del suo partito

Berlusconi: basta polemiche improduttive nel Pdl

La nota è stata subito condivisa da Alfano

Berlusconi: basta polemiche improduttive nel Pdl
13/10/2013, 20:20

 ROMA  -  Silvio Berlusconi serra le fila del Pdl e pone un punto fermo al dibattito interno al partito che va avanti, senza accennare a placarsi, dal voto di fiducia di mercoledì scorso:   "Adesso basta con le polemiche improduttive", queste le parole del Cavaliere.  "Sulle agenzie di stampa leggo troppe dichiarazioni di troppi esponenti del Pdl", ha spiegato in serata Berlusconi, al termine di un lungo fine settimana in cui i "laelisti" e gli "alfaniani" si sono confrontati a distanza. Proprio per evitare che la situazione possa precipitare Berlusconi  ha lanciato un invito a tutti quanti affinché non proseguano "in questa direzione del tutto improduttiva". "Le diverse opinioni - ha spiegato il leader azzurro - si devono confrontare non sulle agenzie di stampa e sui giornali ma attraverso una serena dialettica all’interno dei luoghi delegati del nostro movimento". La nota del Cavaliere è stata subito condivisa da Alfano che ci ha tenuto a far sapere di essere perfettamente in linea con Berlusconi e ha chiesto a tutti gli esponenti del Pdl di dare un taglio definitivo alla "alluvione di agenzie per addetti ai lavori". Proprio per evitare questa deriva, anche secondo il segretario, bisogna "cambiare luoghi e toni della dialettica del nostro movimento". La linea del Cavaliere trova "totalmente" d'accordo anche Raffaele Fitto. "Utilizziamo, guidati da lui, i luoghi delegati alla dialettica del nostro movimento", è l'invito lanciato dal deputato pugliese che in questi giorni si sta facendo portavoce delle istanze dei "lealisti".

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©