Politica / Parlamento

Commenta Stampa

E' tensione tra le istituzioni

Berlusconi, colloquio privato da Napolitano


Berlusconi, colloquio privato da Napolitano
11/02/2011, 19:02

ROMA – Oltre un’ora di colloquio. Tanto è durato l’incontro al Quirinale tra Giorgio napolitano e Silvio Berlusconi. Il presidente del Consiglio è giunto al Colle alle 17 e 15, e si è intrattenuto a colloquio col Capo dello Stato fino alle 18 e 30. Ancora ignoto l’argomento di discussione, anche se il faccia a faccia arriva in un momento di grande difficoltà e di tensione tra le istituzioni.
Berlusconi, che era accompagnato dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta, ha fatto poi ritorno a Palazzo Grazioli senza rilasciare alcuna dichiarazione.
 Intanto, ieri il premier, indagato nell'inchiesta Ruby per concussione e prostituzione minorile, è tornato ad attaccare i pm milanesi parlando di 'golpe bianco', e ha accusato i suoi detrattori di volere una Repubblica "puritana", avendo in mente in realtà una "democrazia autoritaria".
Stamattina, inoltre, il Csm ha espresso a Napolitano, che presiede l'organismo di autogoverno della magistratura, preoccupazione per l'aspro conflitto istituzionale in atto.
Il Quirinale nel darne notizia con una nota, ha ricordato anche le parole pronunciate di recente dal capo dello Stato, secondo cui "conclusioni di verità e giustizia" non si possono raggiungere con "tentazioni di conflitti istituzionali e strappi mediatici".
 
Strappi tra il leader di Governo ed il presidente della Repubblica erano arrivati nei giorni scorsi, a seguito della dichiarazione di Napolitano che aveva giudicato come “irricevibile” il decreto legislativo inviatogli dalla presidenza del Consiglio.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©