Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Berlusconi contestato alla Confesercenti


Berlusconi contestato alla Confesercenti
28/05/2009, 13:05

Non ha avuto il solito bagno di folla il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, quando stamattina è andato all'assemblea della Confesercenti. Infatti si sono sollevati molti fischi e qualche "Buh!", quando ha cominciato a parlare di giustizia. E Berlusconi, come fa sempre quando viene contestato, ha contrattaccato con disprezzo: "Siete 4 o 5 a fischiare (erano molti più di 4 o 5, ndr), siete percentualmente irrilevanti". Dopo di che è ritornato sulla vicenda di Noemi Letizia, negando nuovamente di avere avuto "rapporti piccanti" con una minorenne. "Ci ho messo anche il carico del giuramento sui miei figli", ha aggiunto.
Sì, ma aveva giurato sui suoi figli anche che non conosceva la finanziaria All Iberian, e poi si è scoperto che era sua. Ha giurato che non aveva pagato tangenti a Craxi e si sono scoperti numerosi passaggi di denaro (oltre 20 miliardi di lire solo per la legge Mammì) tra i conti all'estero di Berlusconi e i conti all'estero di Craxi. Mi viene in mente una vecchia battuta di Roberto Benigni: "Non possiamo pensare che Berlusconi giuri il falso sulla testa dei propri figli. Quindi nasce la domanda: di chi sono i figli di Berlusconi?"-

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©