Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Intanto continua la campagna acquisti anche nel Pd

Berlusconi contratta con la Lega il rimpasto di governo


Berlusconi contratta con la Lega il rimpasto di governo
20/09/2010, 09:09

ROMA - Continuano le fibrillazioni all'interno del Pdl, in attesa del discorso che Berlusconi terrà il 28 settembre alla Camera dei Deputati. Il discorso, che pare sia già in preparazione, mira anche ad un falso coinvolgimento dell'opposizione, in modo da giustificare il passaggio di schieramento che alcuni deputati del Pd e dell'Udc pare siano pronti a fare, in cambio di seggi sicuri.
Ma c'è anche il problema del dopo: Come agià il governo? Certo, i finiani sicuramente voteranno a favore del discorso di Berlusconi, che sarà il solito discorso vuoto. Ma poi, quando si arriva alle leggi concrete? Il leader dell'Udc Pierferdinando Casini ha già detto che Berlusconi non arriverà ai 316 voti senza i finiani; ed ha abbastanza esperienza politica da avere un quadrio completo. E poi resta il solito problema, quello di avere il Ministero per lo Sviluppo Economico vacante da ormai quasi 140 giorni, una eternità. A questo punto, non se ne farà nulla fino ad ottobre, ma poi quella carica andrà coperta da qualcuno. L'idea è quella di un mini-rimpasto: un leghista al Ministero dell'Agricoltura, Galan spostato al Ministero dei Rapporti con il sud e Raffaele Fitto al Ministero per lo Sviluppo Economico. In alternativa, ci potrebbe essere la nomina di Roberto Castelli o di Giancarlo Giorgetti allo Sviluppo Economico, con il primo nettamente favorito.
Insomma, una situazione molto ingarbugliata, dove tutto passa in secondo piano, risèpetto alla necessità della casta di andare avanti, in una maniera o nell'altra

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©