Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Berlusconi: "Contro di me tutto organizzato da un mandante italiano"


Berlusconi: 'Contro di me tutto organizzato da un mandante italiano'
04/06/2009, 11:06

Non hanno fatto il tempo a consegnare al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi la notifica dell'iscrizione nel registro degli indagati per l'ipotesi di peculato, per essersi portato musicisti e veline a Villa Certosa in diverse occasioni con i voli di Stato del 31esimo gruppo dell'Aeronautica militare, che già l'indagine l'ho chiusa Nicolò Ghedini. L'avvocato del premier, nonchè Sottosegretario alla Giustizia ed eminenza grigia dietro il Ministrodella Giustizia Angelino Alfano, questa mattina ha comunicato ai media che sicuramente l'indagine verrà archiviata.
Nel frattempo Berlusconi, in una intervista, annuncia di sapere che "la campagna di stampa internazionale è orchestrata da un gruppo italiano. So come funzionano i giornalisti stranieri nei salotti romani, sono giornalisti che attingono ai giornali di sinistra e portano sui loro giornali articoli che dipingono l'Italia in modo diverso da quella che è. Perche' la realta' italiana e' molto diversa, per fortuna''. E poi, in riferimento all'indagine di peculato, dopo avere detto che è la solita giustizia ad orologeria ("A tre giorni dal voto", sottolinea), contrattacca: "Quando vado in Sardegna porto io i cuochi da Roma (a spese dei cittadini, però, ndr). Poi, dopo la cena, per gli ospiti stranieri c'è uno spettacolo per cui ci vogliono gli artisti che non vengono gratis. Infine, ci sono i regali che si danno e certo non può un leader che è anche di suo un tycoon regalare un foulard alla moglie di un capo di Stato o di governo e dunque offre loro cose che girano intorno ai 10mila euro" (e bisogna vedere chi le paga, visto che di solito questi sono soldi che vengono rimborsati dallo Stato, ndr).
Infine invita a non votare alle Europee per i piccoli partiti ("E' un voto inutile") ma nenache per il PD ("Probabilmente resteranno da soli e quindi entreranno nel gruppo misto, il che significa contare zero in un parlamento di oltre 700 europarlamentari"). Insomma, secondo lui, esiste un solo voto da dare: a lui. Gli altri sono tutti voti inutili. Alla faccia della democrazia.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©