Politica / Politica

Commenta Stampa

Il Cavaliere: “Bisognava spostarlo”

Berlusconi: contro Sanremo


Berlusconi: contro Sanremo
08/02/2013, 17:55

ROMA-  Berlusconi spara a zero sul Festival di Sanremo e sulla Rai.
Per il Cavaliere la manifestazione canora doveva essere spostata.
Secondo il leader del Pdl la concomitanza della kermesse e con gli ultimi giorni della campagna elettorale è dannosa per l’esito delle elezioni.
Berlusconi ha dichiarato: “Sanremo andava assolutamente spostato ed è incomprensibile la decisione della Rai, tanto più che ci stiamo giocando il nostro futuro con le prossime elezioni”.
Poi l’ex premier continua dicendo: “ Il Festival di Sanremo si aggiunge alla par condicio e complica la possibilità di comunicare. La par condicio è la legge più assurda che si poteva immaginare e che vige solo nel nostro sistema. Anche il più piccolo partito ha lo stesso spazio in tv del grande”.
Pronta la risposta di Fazio: “ Berlusconi ha detto che Sanremo andava spostato: ma dove? Aspettiamo proposte!”.
Ma il Cavaliere oggi ha rivolto un nuovo appello agli elettori: “Gli italiani devono dare il loro voto al Pdl”.
Poi come da rituale attacca la magistratura e rispetto ai nuovi movimenti politici che li vedono protagonisti dice: “Corrente di magistrati corrotti politicamente. Sono un cancro della nostra democrazia”.
E su Grillo dice: “Grillo non ha la fisicità adatta per poter sfondare in tv, qualora decidesse di chiudere la sua campagna elettorale non solo in piazza ma anche in televisione”.
Berlusconi poi difendela Minettie dice: “Non è stata una scelta felice quella di presentarla, ma le colpe non ce le ha tutte lei. Nicole Minetti fa fermare il traffico perché in questo momento è la donna più popolare d’Italia, anche più di Belen, ma per una bella donna fare politica è difficile, gli italiani, infatti, preferiscono Rosy Bindi”.  

 

Commenta Stampa
di Titti Alvino
Riproduzione riservata ©
SONDAGGIO.

Per chi voterete alle prossime elezioni?

Quale sarà il vostro voto il 24 e il 25 febbraio?