Politica / Politica

Commenta Stampa

“L’imposta è negativa per l’economia”

Berlusconi “Fiducia a Letta legata a stop Imu”


Berlusconi “Fiducia a Letta legata a stop Imu”
05/05/2013, 13:26

Per Silvio Berlusconi la fiducia al governo Letta è legata alla questione dell’Imu, l’imposta sulla casa. Il leader del Pdl, torna dunque a dettare le sue condizioni per la fiducia al governo Letta: ci sarà solo se l’Imu sulla prima casa verrà abrogata.
Il Cavaliere lo ribadisce – ancora una volta -  al Tg4 aggiungendo che "non è per puntiglio", ma perché l'imposta "è negativa per l'economia. "Produce negatività nelle famiglie che hanno incertezza sul loro futuro e consumano meno", ha dichiarato Berlusconi sottolineando poi che permane nella sinistra italiana “l'odio nei nostri confronti".
Berlusconi interviene anche sui veti di esponenti del Pd al suo nome a presidente della convenzione per le riforme. "E’ molto difficile per la sinistra italiana - afferma - venir fuori dallo stato precedente, di odio nei nostri confronti". "Ho la speranza -dichiara - che stando al governo insieme possiamo chiudere questa guerra civile fredda per iniziare la riappacificazione".
Sempre al tg4, il leader di centro destra sostiene che  per ridurre il carico fiscale che grava sui cittadini e sulle imprese bisogna colpire la spesa pubblica. "Abbiamo previsto tutta una serie di tagli sulla spesa della macchina dello Stato, dice Berlusconi, macchina che pesa per 800 miliardi all'anno. Pensiamo che ogni anno si possano mettere in campo risparmi per almeno il 2%. Cioè 16 miliardi per il primo anno da dividere in 8 miliardi per abbassare l'Irap delle imprese e 8 miliardi per abbassare le tasse delle famiglie". Secondo Berlusconi l'anno successivo questi tagli diventano "32 e poi, via via, dopo 5 anni di legislatura 80 miliardi. Una riduzione del 10% del carico delle imposte sui cittadini e credo che questo sia ciò che uno Stato serio deve fare, dopo che per il passato ha caricato di troppe tasse i cittadini rispetto alla loro possibilità di resistenza e a quella delle imprese e rispetto alla media dei paesi europei". 

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©