Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Intervento questa mattina a "Mattino 5"

Berlusconi: "I magistrati sono una emergenza democratica"

"Casini? Ha perso l'occasione di entrare al governo"

Berlusconi: 'I magistrati sono una emergenza democratica'
24/12/2010, 09:12

MILANO - Non bastando evidentemente la conferenza stampa-fiume di ieri a Palazzo Madama, questa mattina il Presidente del Consiglio SIlvio Berlusconi è ritornato sui temi trattati ieri, durante l'intervento telefonico fatto a Mattino 5, sulla sua Canale 5. E i suoi strali hanno colpito soprattutto la magistratura. Parlando della riforma della giustizia che il governo vuole fare (separazione tra giudici e Pm, con un Csm per parte; impoverimento dei poteri di indagine dei Pm per favorire le forze dell'ordine e impoverimento dell'autonomia dei Pm rispetto al Procuratore Capo scelto dal governo; cancellazione delle intercettazioni come mezzo di indagine; ecc.), Berlusconi ha detto che è necessaria, "perché è un'emergenza grave, in quanto le indebite ingerenze della magistratura su altri poteri dello Stato costituiscono una vera emergenza democratica". Perchè, secondo il premier, molte sentenze dei giudici, ma anche della Corte Costituzionale, sono orientate politicamente a sinistra (chiaro il riferimento alle bocciature delle varie leggi sull'immunità che Berlusconi si è fatto approvare dalla sua maggioranza).
Poi, parlando del possibile allargamento della maggioranza all'Udc, il Presidente del Consiglio ha detto: "(Casini) ha perso una grande occasione: poteva sostituire con i sui parlamentari i parlametari di Fli. Speriamo che si ravveda".
Molto vago invece è rimasto sulla sua successione: "Abbiamo una serie di protagonisti del governo del Pdl che stanno davvero diventando classe dirigente. Fra questi ce ne sono alcuni che in un prossimo futuro potrebbero assumersi la responsabilità di governare il paese".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©