Politica / Politica

Commenta Stampa

Ma è alta la tensione all'interno di Forza Italia

Berlusconi: "I miei figli non saranno candidati"


Berlusconi: 'I miei figli non saranno candidati'
22/03/2014, 14:50

ROMA - Silvio Berlusconi nega che i suoi figli si candideranno alle elezioni europee. Lo ha affermato alla conferenza dei club Forza Silvio di Roma e provincia: "Sono tutte invenzioni: i miei figli non saranno in lista alle prossime elezioni europee". 
Nell'intervento poi ha toccato i soliti temi: la magistratura è contro di lui, bisogna dare potere al capo dello Stato eletto dai cittadini, e così via. Poi ha parlato delle elezioni: "I sondaggi dicono che alle europee andrà a votare il 46-47% degli italiani. Un terzo dei voti sarà per noi e i nostri alleati, un terzo per il Pd e i comunisti e un terzo per Grillo. Il 50% non andrà a votare o è ancora indeciso perché deluso o disgustato. Come facciamo a conquistarli? Non con la tv, perché gli ascolti sono calati tantissimo. E gli italiani sono così schifati dalla politica che non guardano più i telegiornali e quegli orribili pastoni dove ogni partito manda la sua faccia che smentisce quella successiva. Nemmeno i giornali servono, perché li legge solo chi già sa per chi andrà a votare. Il 46% degli elettori dei 5 Stelle sono delusi e disgustati da chi hanno eletto e mandato a Roma. E allora abbiamo 24-26 milioni di elettori che si possono convincere: i giovani con i social network, quindi dobbiamo irrobustire la nostra presenza sui social network. Poi ci sono gli anziani, che sono il 33%. E l'unico modo per arrivare a convincerli è il contatto diretto e non c'è altro modo che i club e le sentinelle del voto contro i brogli della sinistra". 

Ma intanto sale la tensione all'interno di Forza Italia. Secondo quanto ha ricostruito l'Huffington Post, ormai Francesca Pascale fa da filtro tra l'ex Cavaliere e il suo partito, cercando di estromettere tutti i "vecchi" del partito. Tanto che questa mattina su Repubblica si affermava che Verdini stava per andarsene. Una notizia poi smentita da Maria Stella Gelmini, che ha affermato che la colpa è solo dei magistrati che hanno confermato l'interdizione per Silvio Berlusconi. In realtà, all'internbo di Forza Italia è evidente che si è creato una sorte di "cerchio magico" intorno al padrone, come succedeva nella Lega di Bossi. Un "cerchio magico" che ha il suo centro in Francesca Pascale e che diventerà più stretto dopo il 10 aprile quando Berlusconi dovrà chiedere il permesso per poter parlare con gli esponenti del suo partito.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©