Politica / Parlamento

Commenta Stampa

BERLUSCONI: INOPPORTUNA LA MIA PRESENZA A MATRIX, PER I TROPPI GOSSIP


BERLUSCONI: INOPPORTUNA LA MIA PRESENZA A MATRIX, PER I TROPPI GOSSIP
03/07/2008, 16:07

''Il governo ha lavorato tanto e benissimo in questi primi due mesi di attivita'. Non mi pare opportuno e producente intervenire sui temi proposti da Matrix (giustizia e intercettazioni) che farebbero passare in secondo piano le tante cose realizzate dal Governo per cedere il passo ad argomenti e gossip negativi che inquinano ed ammorbano il dibattito politico e parapolitico di questi giorni deviando l'attenzione del Paese dai problemi concreti e dai risultati dell'azione di governo''. Questa la dichiarazione del Presidente del Consiglio SIlvio Berlusconi, per giustificare la sua assenza questa sera a Matrix.

A questo punto si tratta di vedere come vanno le cose. Le dichiarazioni, così come dette, sono assolutamente fuori dalla realtà, visto che questo è un governo che vive sugli annunci e sullo stravolgimento della realtà dei fatti. Rinunciare ad una tribuna così grande (la prima serata su Canale 5 vale almeno 10 o 15 milioni di spettatori) deve avere una motivazione più seria. Di primo acchitto me ne vengono due in testa: o stasera non c'era solo lui, ma anche qualcuno della parte avversa, e si sa che Berlusconi non accetta il confronto con gli altri alla pari; oppure si temeva un attacco troppo violento alla magistratura che avrebbe dimostrato in pieno l'odio che il nostro Presidente del Consiglio dimostra per le leggi e per chi le fa rispettare.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©