Politica / Politica

Commenta Stampa

La cancelliera tedesca Angela Merkel lo vuole in campo

Berlusconi insiste: “Monti si candida”

Berlusconi: “Se lo fa mi ritiro. Tutto il dl è con lui”

Berlusconi insiste: “Monti si candida”
13/12/2012, 17:54

BRUXELLES – Si è tenuto oggi, verso le 14 circa, nella sede dell’Academie Royale de Belgique a Bruxelles, il vertice del Ppe che tradizionalmente precede il Consiglio europeo. Ed è proprio in quest’occasione che la Cancelliera tedesca Angela Merkel avrebbe chiesto a Mario Monti di ricandidarsi. Una ricandidatura che l’economista non esclude, almeno secondo quanto dichiarato da fonti del parlamento europeo.
Silvio Berlusconi, nel frattempo, avrebbe ribadito il suo orientamento durante lo stesso vertice: “Se Monti si candida io mi ritiro, non solo, ma il professore avrà tutto il sostegno del Pdl”. 
“Nessuno dei leader del Ppe ha chiesto espressamente a Monti di candidarsi” è quanto dichiarato dal commissario europeo all’Industria Antonio Tajani, al termine della riunione del Partito popolare europeo, affermando: “Tutti hanno parlato bene di Monti ma nessuno vuole interferire”. Non è dello stesso avviso, invece,  Sybrand Van Haersma Buma, leader dell’opposizione in Olanda, che all’uscita della riunione ha detto: “È chiaro che il Ppe dà un chiaro supporto a Monti e non a Berlusconi. Vogliamo vedere questa situazione politica continuare, è importante per l’Europa”. “Apprezziamo i risultati raggiunti da Monti, non quelli raggiunti da Berlusconi” – ha continuato Buma.
Anche il presidente francese Francois Hollande ha dichiarato di sostenere l’operato di Monti, tanto da descriverlo come il dirigente “che ha permesso all’Italia di raddrizzarsi”. All’arrivo di Monti al summit, Hollande è tornato indietro per salutarlo. I due si sono stretti la mano a lungo, davanti a fotografi e telecamere. Più tardi, parlando con i giornalisti, Hollande ha definito Monti “l’uomo che ha fatto in modo che l’Italia sia rispettata”. 

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©