Politica / Politica

Commenta Stampa

La replica del Colle: “Deliranti invenzioni”

Berlusconi: interferenze di Napolitano nel Lodo Mondadori

“Napolitano telefonò per far riaprire Camera di Consiglio”

Berlusconi: interferenze di Napolitano nel Lodo Mondadori
01/10/2013, 08:59

ROMA  -  Il fuori onda di Berlusconi -   in una telefonata con un parlamentare del Pdl  -  mentre veniva intervistato per la trasmissione 'Piazza pulita" di La7, manda su tutte le furie Napolitano. “Tu non riesci ad avere nessuna informazione su quello che è successo alla sezione civile della Cassazione per il lodo De Benedetti? Mi è stato detto che il capo dello Stato avrebbe telefonato per avere la sentenza prima che venisse pubblicata". Queste le parole dell’ex premier Berlusconi che si sentono nell’audio della registrazione pubblicata in parte sul sito de “Il Fatto quotidiano”, nella quale l'ex premier accuserebbe il capo dello Stato di aver fatto riaprire la camera di Consiglio, con la conseguenza che alla fine si sarebbe arrivati a una decisione con danni maggiori nei suoi confronti.  Secca la risposta  dell’ufficio stampa del Quirinale:  "quel che sarebbe stato riferito al senatore Berlusconi circa le vicende della sentenza sul Lodo Mondadori è semplicemente un'altra delirante invenzione volgarmente diffamatoria nei confronti del capo dello Stato". Corrado Formigli aprendo la puntata di Piazza Pulita su La7 ha dichiarato: ''Abbiamo ricevuto forti pressioni per non mandare in onda questa telefonata, ma voi la potrete ascoltare perché abbiamo agito, e possiamo dimostrarlo, nel pieno rispetto delle regole giornalistiche''. Niccolò Ghedini,  legale di Silvio Berlusconi, riferendosi alla violazione della privacy, parla di ''una gravissima violazione dei principi costituzionali. Ovviamente procederemo in tutte le sede giudiziarie del caso'', ha annunciato.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©