Politica / Politica

Commenta Stampa

Costretto al San Raffaele, il Cavaliere studia il suo brand

Berlusconi lavora per il Pdl anche in ospedale

L’uveite bilaterale non lo ferma

Berlusconi lavora per il Pdl anche in ospedale
09/03/2013, 09:44

MILANO - Non sembra siano giorni facili per il Cavaliere e per il pm Ilda Boccassini. Lo scontro a colpi di certificati medici e controlli da parte dell’uno e dell’altro sembra essere solo all’inizio. Dopo l’aggravarsi della congiuntivite che lo tormenta da mesi, e la richiesta avanzata dai legali dell’ex Premier del rinvio dell’udienza e poi, la concessione del legittimo impedimento e il colpo si teatro di Ilda Boccassini che chiede la visita fiscale per Berlusconi, alla fine il Cavaliere ha trascorso la notte al San Raffaele.E nonostante l’ “uveite bilaterale” che lo affligge, c’è chi giura che il leader del Pdl sebbene costretto in ospedale, abbia continuato a lavorare per i prossimi passi da fare al fine di tornare alle urne.
Sembra che il Cavaliere abbia lavorato sul brand di Forza Italia e abbia organizzato tutti gli elementi necessari per la manifestazione di piazza del Popolo del 23 marzo.
Ad orchestrare il tutto ci sarà anche Denis Verdini, che sta sollecitando i vari coordinatori regionali per far sì che sia numerosa la partecipazione dell’elettorato e dei militanti a questa protesta contro la magistratura.
Che in casa Pdl si auspichi al ritorno alle urne poi, sembra quasi certo.
Così come lo dimostra un tweet di Angelino Alfano, che dal più famoso dei Social Network dice, rivolgendosi agli esponenti del Partito Democratico: “Se sono in grado di fare un governo lo facciano e rapidamente, altrimenti torniamo al voto perché l'Italia non può restare appesa ad un'impuntatura del Pd”. L’impuntatura del partito di Bersani sarebbe, quella dell’esclusione a prescindere di un’apertura al dialogo con il Pdl. Di certo per ora c’è che il Cavaliere Berlusconi non ha intenzione di stare fermo. E malgrado questi problemi di salute, che per i più maligni arrivano sempre provvidenzialmente, pare che gli ordini siano chiari: capire in questo momento quanto vale il brand di Forza Italia. E la possibilità di un ritorno al voto si fa sempre più reale.

Commenta Stampa
di Titti Alvino
Riproduzione riservata ©