Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Intanto 5 regioni chiedono a Tremonti dei cambiamenti

Berlusconi: "Le Regioni devono risparmiare"


Berlusconi: 'Le Regioni devono risparmiare'
28/06/2010, 09:06

TORONTO (CANADA) - Anche dal Canada, dove è impegnato nel G20 sulla crisi mondiale, il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi affronta i problemi italiani. In particolare quello delle proteste che i Presidenti di Regione - sia di destra che di sinistra - stanno organizzando contro la manovra finanziaria, che scarica oltre il 50% dei tagli previsti sugli enti locali. Ma Berlusconi non mostra di condividere queste proteste: "Abbiamo messo gli occhi dentro l'amministrazione dello Stato, le regioni, le province e i comuni e ci si è accapponata la pelle. E' chiaro che chi ha la responsabilità di governare le regioni difenda lo staus quo, perchè molto spesso si tratta di abolire enti, il che vuol dire persone che si devono cercare un altro lavoro. E' sempre difficile e doloroso. Ma non si può andare avanti così a sprecare i soldi dei cittadini".
Cosa su cui evidentemente non concordano i Presidenti di Regione. Infatti ieri è stato reso noto che i Presidenti delle Regioni Lazio (Renata Polverini), Campania (Stefano Caldoro), Calabria (Giuseppe Scopellitti), Abruzzo (Gianni Chiodi) e Molise (Angelo Iorio) hanno mandato una lettera al Ministro delle Finanze Giulio Tremonti, chiedendogli di riaprire un tavolo di discussione sulla manovra finanziaria, su cui le Regioni non sono mai state sentite. Un comunicato, reso noto insieme alla lettera, recita: "Con questa lettera i presidenti chiedono attenzione, in considerazione delle pesanti e gravi eredità lasciate ai rispettivi territori dalle passate amministrazioni, che già li penalizzano, e a cui si sta facendo fronte con concrete azioni di risanamento. Sono anche queste le questioni sulle quali i presidenti vogliono confrontarsi con il Ministro Tremonti per verificare insieme le soluzioni migliori".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©