Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Ma il problema è: dove saranno scaricati questi rifiuti?

Berlusconi: manderemo i soldati a pulire le strade di Napoli


Berlusconi: manderemo i soldati a pulire le strade di Napoli
05/05/2011, 15:05

ROMA - Mossa preelettorale del Presidente del Consiglio SIlvio Berlusconi che, nell'annunciare la presentazione del decreto legge sullo sviluppo e affiancato dal Ministro della Difesa Ignazio la Russa, ha annunciato che a lartire da lunedì 9 maggio un centinaio di soldati con 73 veicoli adatti saranno a Napoli, per aiutare i mezzi comunali a togliere le circa 2000 tonnellate di spazzatura presenti per le strade.
Nelle sue dichiarazioni, Berlusconi accusa il Comune: "Vorrei dire che non è vero che il governo italiano e in particolare il presidente Berlusconi non hanno compiuto un miracolo, il miracolo fu fatto e in quella situazione noi lasciammo Napoli pulita indicando cosa le amministrazioni locali avrebbero dovuto fare", indicando in particolare la costruzione dei termovalorizzatori (il cui bando doveva essere fatto dalla Regione, guidata da Stefano Caldoro) e le discariche (i cui siti andavano individuati a cura della Provincia, guidata da Luigi Cesaro).
Resta da capire, una volta raccolta, cosa i militari ne faranno di questa spazzatura. Infatti il problema è che le discariche della zona sono esaurite. Quindi, a che servirà raccogliere la spazzatura, se non c'è un posto dove conferirla? Insomma, è il solito spot preelettorale, che va avanti da anni.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©