Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Ha preteso di andare in piazza il 20/3 e l'ha ottenuto

Berlusconi: manifestazioni cambiate percorso


Berlusconi: manifestazioni cambiate percorso
11/03/2010, 20:03

ROMA - Berlusconi voleva andare in piazza il 20 marzo, per manifestare per l'esclusione delle liste del Pdl da parte dell'ufficio elettorale del Lazio, ma questo non è possibile, per la concomitanza di un'altra manifestazione. Allora che si fa? Se questo capitasse al signor Mario Rossi, il discorso sarebbe chiuso lì: niente manifestazione. Ma si sa che Berlusconi non è come agli altri; e così ha costretto le altre manifestazioni a stare lontani dalla zona che aveva scelto.
Per il 20 marzo, a Roma, era previsto da tempo una manifestazione del Forum dei movimenti contro la privatizzazione dell'acqua. Si tratta di un corteo organizzato da un vasto insieme di partiti, associazioni e movimenti che vogliono che l'acqua resti pubblica. Inizialmente questo corteo aveva chiesto l'autorizzazione per passare per via dei Fori Imperiali e piazza Navona, prima di chiudere a piazza della Repubblica. Ma la Questura aveva imposto una lunga deviazione, che avrebbe portato il corteo a limitare piazza San Giovanni; il motivo erano le gru e le transenne in via di allestimento per la maratona che si terrà il 21 e che passerà anche per via Fori Imperiali. Ma questo era tempo fa. Berlusconi ha deciso che deve tenere la sua manifestazione e deve tenerla a piazza San Giovanni, luogo tradizionale dei suoi comizi. Ma come fare dato che il passaggio del corteo è previsto là vicino e c'è sempre il pericolo che qualche facinoroso crei problemi? Semplice: oggi una telefonata della Questura agli organizzatori del Forum li ha autorizzati a passare per via dei Fori Imperiali. E le gru e le transenne? E che volete che sia un problema che riguardi la Questura o il Presidente del COnsiglio? In cambio però Berlusconi avrà piazza San Giovanni tutta per lui.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©