Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Il premier difende Tremonti: i fatti motivano i suoi "no"

Berlusconi: “Nel prossimo Cdm si parlerà del Mezzogiorno”


Berlusconi: “Nel prossimo Cdm si parlerà del Mezzogiorno”
29/07/2009, 20:07

Venerdì sarà esaminato dal Consiglio dei Ministri un piano rivolto al Sud. L’annuncio arriva dal premier, Silvio Berlusconi, successivamente all’incontro a Palazzo Grazioli sulle problematiche del Mezzogiorno. Sempre venerdì, il Cipe discuterà dei fondi Fas. Tra le iniziative in cantiere, anche il vecchio pallino del ponte sullo Stretto di Messina, che sarà “certamente realizzato”; un decreto legge, inoltre, incrementerà il fondo unico per lo spettacolo. Difendendo poi il ministro dell’Economia dalle aspre critiche degli ultimi giorni, Berlusconi, definendolo “simpaticissimo”, ha spiegato che non è Tremonti a decidere per i continui dinieghi, ma che si tratta di scelte dettate dal suo ruolo e legate alla situazione. Al vertice di oggi a Palazzo Grazioli hanno partecipato Gianni Letta, i ministri Giulio Tremonti, Claudio Scajola, Altero Matteoli, Raffaele Fitto ed Angelino Alfano; in un secondo momento si è unito al summit il ministro Sandro Bondi.
Soltanto poche ore prima era arrivato l’ennesimo attacco, firmato Raffaele Lombardo, presidente della Regione Sicilia e leader del Mpa. “Non vedo, tra le modifiche che si apportano tra Camera e Senato, quella svolta di cui tutti si riempiono la bocca, - ha dichiarato Lombardo stamattina, - non voglio un ministro per il Sud, se c’è tanto meglio perché serve a svolgere una funzione di sentinella. Io voglio un intero governo per il sud, un presidente del Consiglio”.
La lettera scritta dal sottosegretario Gianfranco Miccichè al presidente del Consiglio, che si conclude con l’invito a considerare la missiva come l’annuncio di dimissioni, sarebbe infine stata inviata la settimana scorsa e da considerarsi cosa ormai superata: a risolvere i contrasti ci avrebbero pensato le successive dichiarazioni di Silvio Berlusconi e gli impegni presi dal governo per il Sud. Domani sera ci sarà un ulteriore incontro a Roma con alcuni parlamentari del Pdl eletti in Sicilia, compreso lo stesso Miccichè.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©