Politica / Parlamento

Commenta Stampa

BERLUSCONI: NUOVO ATTACCO CONTRO L'OPPOSIZIONE


BERLUSCONI: NUOVO ATTACCO CONTRO L'OPPOSIZIONE
21/10/2008, 14:10

Il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, che questa mattina è a Napoli per partecipare all'assemblea dell'Unione Industriali di Napoli, si è nuovamente scagliato contro l'opposizione, sostenendo che è sbagliato scendere in piazza contro "le riforme che sono utili all'ammodernamento del Paese". Poi ha continuato nel suo attacco, affermando: "Voglio rivolgere un appello all'opposizione: non si risolvono i problemi andando in piazza. In questi giorni sento da parte di qualcuno delle vere e proprie farneticazioni. Noi siamo contrari alle risse. Noi non andiamo in tv per litigare, ma se siamo chiamati ci andiamo per discutere pacatamente e pianamente. Noi siamo uomini del fare e non andiamo in tv per rispondere a chi farnetica e blatera".

Non c'è che dire, il campionario degli insulti, come è solito fare Berlusconi, è ben fornito. Solo una curiosità: se l'opposizione in Parlamento non può fare nulla, vista l'enorme maggioranza che la Destra ha in Parlamento; se non può dire la sua in TV, visto che Berlusconi - direttamente come proprietario di Mediaset, indirettamente come maggioranza in Parlamento e quindi con poteri di controllo sulla RAI, e per di più in grado, attraverso Pubblitalia 80, la sua società di raccolta pubblicitaria, di fare pressioni su La7 - ha il controllo dei mass-media e li sta cancellando dal video; se non può neanche andare in piazza a protestare, che deve fare? A questo punto Veltroni, Casini e Di Pietro devono solo prendere le valigie ed andarsene? Questa non è certo democrazia. E naturalmente senza entrare nel merito delle sue proposte e leggi, che saranno utili per il Paese secondo lui, ma è tutto da vedere.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©