Politica / Politica

Commenta Stampa

Monti:"Berlusconi mi confonde sul piano logico"

Berlusconi: “Potrei non essere io il candidato premier”

Continua lo scontro tra il Cavaliere e il Professore

Berlusconi: “Potrei non essere io il candidato premier”
03/01/2013, 09:07

Ormai è scontro diretto tra Mario Monti e Silvio Berlusconi. Il leader del Moderati questa mattina è intervenuto ai microfoni di Radio Anch’io, affermando che ridurrà la pressione fiscale sul lavoro. Poi ovviamente parole dure sul Cavaliere: “Berlusconi mi confonde sul piano logico. In queste settimane ha oscillato su diverse posizioni, usando anche armi improprie, come quando mi ha accusato di non occuparmi di famiglia, ma in altri momenti mi ha generosamente offerto di guidare i moderati, e in quel caso sarei stato un leaderone e non un leaderino. Spero che gli elettori siano meno confusi di me". Monti sposta poi l’attenzione sui temi, annunciando che bisogna “togliere privilegi alla casta" e dichiara di "essere molto ottimista: il tunnel non ci crollerà sulla testa, so bene ciò che andrà fatto per uscire dalla crisi". Nel pomeriggio sarà ai microfoni di Sky Tg 24 per replicare alle nuove accuse giunte da Berlusconi, che proprio negli stessi studi ha criticato ancora Mario Monti. “E' diventato un politico”, dichiara Berlusconi, “è entrato nel teatrino, quindi fa delle promesse da politico. Non ha mantenuto la parola. Era stato messo a guida di un governo tecnico con una promessa: aveva detto che non avrebbe approfittato della promozione a senatore a vita, lo aveva promesso al Presidente Napolitano e a tutti gli italiani, e ora ce lo troviamo li a fare il leader di una coalizione con dei compagni di viaggio che li raccomando”. Per il Cavaliere l’avversario resta il Pd, porte aperte ancora con la Lega. Poi annuncia l’incognita sulla premiership:”Potrei non essere io il candidato”.

  

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©