Politica / Politica

Commenta Stampa

Dopo la condanna, si accelerano le procedure

Berlusconi prepara la discesa in campo di Marina?


Berlusconi prepara la discesa in campo di Marina?
03/08/2013, 09:58

ROMA - Ormai appare evidente che il Pdl ha tutte le intenzioni di anticipare le elezioni al più presto: le continue minacce di dimissioni e i ricatti al governo ne sono un sintomo evidente. Così come la fretta con cui Berlusconi sta cercando di lanciare Forza Italia, 20 anni dopo la sua discesa in campo. Ormai la strada sembra tracciata, con una crisi di governo pronta a scattare a settembre oppure ottobre. Ma a quel punto, chi guiderà il Pdl? Appare probabile che a quel punto sarà in funzione l'ionterdizione dai pubblici uffici, pena accessoria ai 4 anni di reclusione inflitti dalla Cassazione. 
Per questo aumentano le voci di una presenza di Marina Berlusconi ai vertici del partito. CI sarebbero due vantaggi mediatici: la continuità tra padre e figlia e il mantenimento sul simbolo della scritta "Berlusconi presidente". L'unico rischio è un certo malumore nei vertici del partito ad essere guidati da una donna, ma dovrebbe essere facilmente risolvibile.
L'unico rischio è se Napolitano riuscisse a ritardare il tutto, magari dimettendosi o riuscendo a creare un governo Pd-M5S (quest'ultima appare la soluzione meno probabile in assoluto). In questo caso bisognerebbe centellinare l'ingresso in politica della figlia dell'ex premier, dato che c'è il rischio di bruciarla troppo presto. E non è escluso che sia per questo che finora quando si parla del passaggio di potere tra padre e figlia, piovono smentite: un ingresso troppo precoce farebbe arrivare Marina Berlusconi alle elezioni come un volto troppo noto e quindi poco spendibile. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©