Politica / Politica

Commenta Stampa

Smentita anche l'ipotesi di presentarsi con liste civiche

Berlusconi presenta il nuovo inno ai vertici del Pdl

Ma il cantante J-Ax denuncia: "Mi ha copiato"

Berlusconi presenta il nuovo inno ai vertici del Pdl
21/02/2012, 09:02

MONZA - Riunione di vertice del Pdl ieri sera a villa Gernetto, vicino Monza, in vista delle prossime elezioni amministrative. La principale novità politica è stata la smentita di una voce che era circolata di un Pdl che non si sarebbe presentato alle elezioni, ma avrebbe incentivato la creazione di liste civiche. Silvio Berlusconi ha annunciato che non ci sarà alcuna iniziativa del genere, anche se non si escludono apparentamenti e alleanze locali con liste civiche.
Ma soprattutto - almeno dal punto di vista dell'ex premier - c'è stata la presentazione del nuovo inno, scritto dalla deputata Rosaria Rossi, e le cui parole sono: "Gente che ama la luce, che non prova invidia e odiare non sa. Gente che non ha rancore e ha come valore la sua libertà e porta insieme una bandiera nuova, che non si arrende e non si arrenderà, che lotta per la verità, è questo il popolo della libertà - rimarca il testo su una base melodica - Grande sogno che ci unisce, un sogno si realizzerà, grande la forza che ci chiama, la forza che ci dice che il bene vincerà per sempre. Grande la voglia di votare, la voglia di cambiare l'Italia che verrà. Noi siamo il popolo della libertà. Gente che crede e che lotta, che crede nel sogno della libertà, gente che prende la mano, che guarda lontano, che resisterà e porta insieme una bandiera nuova, che non si arrende e non si arrenderà, che lotta sempre per la verità. E' questo il popolo della libertà. Grande è il sogno che ci unisce, il nostro sogno che si realizzerà, grande la forza che ci chiama, la forza che ci dice che il bene vincerà per sempre. Grande la voglia di lottare, la voglia di cambiare l'Italia che verrà. Noi siamo il popolo della libertà, noi siamo il popolo della libertà".
Un inno che ha già destato una brusca reazione, praticamente a stretto giro di posta. Sul suo account Twitter il cantante J-Ax ha detto di aver ricevuto numerose segnalazioni sul fatto che la canzone nel testo somiglia molto alla sua "Gente che spera", canzone pubblicata nel 2002 nel Cd "Domani smetto". E la reazione è chiara: se le cose stanno così, una denuncia per l'ex premier per plagio è assicurata.
Resta il problema dei sondaggi: Berlusconi ha assicurato che il Pdl è in crescita, ma anche lui non ha potuto negare che il partito è sotto il 25%, cioè ai minimi storici. Persino Forza Italia ha superato questo limite, in passato; e il Pdl dovrebbe aver assorbito gran parte dei voti dell'ex An, che nel 2006 (ultima volta che si è presentata) era al 13%. Arrivare solo al 23,6% (questo il dato che risulta dai sondaggi del Pdl) significa che il partito di sta sfaldando.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©