Politica / Parlamento

Commenta Stampa

"Le contestazioni? Non me ne sono neanche accorto"

Berlusconi promette: "Subito 300 milioni per il Veneto"


Berlusconi promette: 'Subito 300 milioni per il Veneto'
10/11/2010, 14:11

ROMA - 300 milioni di euro: questa la cifra che il governo mette a disposizione del Veneto immediatamente per i danni provocati dalla alluvione. La somma poi potrà essere integrata man mano che le valutazioni sui danni diverranno più precise. E' quanto ha annunciato oggi il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, precisando anche che l'Abi si è impegnata a sospendere i pagamenti delle rate dei mutui e a stanziare 700 milioni per incrementare il credito a favore delle aziende della Regione (anche se non ha detto a quali condizioni). Ma non ci sarà alcuna legge: per velocizzare le procedure, i soldi verranno presi dal "fondo spese impreviste", un fondo a disposizione della Presidenza del Consiglio a cui accedere senza alcuna formalità burocratica.
Poi Berlusconi conta sull'intervento dell'Unione Europea, che già a L'Aquila aveva stanziato 500 milioni. Tanto che già entro la fine settimana una delegazione dobvrebbe arrivare per valutare i danni e quindi quantificare la somma che l'Italia può avere.
Poi ha contestato i resoconti delle sue visite di ieri in Veneto ed in Abruzzo, così come raccontate dai giornali: "I giornali dicono che sono stato contestato. Lo ribadisco, i giornali imbrogliano. Ieri sono andato in Veneto per fare il punto della situazione sul maltempo. Poi in Abruzzo, dove a L'Aquila in un teatro ricolmo di gente ho consegnato 18 medaglie d'oro a chi si è distinto per la ricostruzione post sisma. Eppure questa mattina leggendo i giornali vedo i titoli che dicono 'Berlusconi contestato in Veneto e in Abruzzo'. Io non mi sono accorto di nulla, sono stato accolto benissimo".
A smentirlo è il governatore del Veneto, Luca Zaia: "Come padrone di casa chiedo scusa per quello che è successo, voglio ribadire che i veneti sono con noi. Ieri siamo andati in una piazza dove c'erano tra le 3mila e 4mila persone. Persone che applaudivano e chiedevano al governo di andare avanti".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©