Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Passera: "Non è un bene per il paese"

Berlusconi pronto a ricandidarsi. Oggi nuovo vertice Pdl

"Non posso consentire che il mio Paese precipiti"

Berlusconi pronto a ricandidarsi. Oggi nuovo vertice Pdl
06/12/2012, 09:04

ROMA - 'Sono assediato dalle richieste dei miei perché annunci al più presto la mia ridiscesa in campo. La situazione oggi è ben più grave di un anno fa quando lasciai il governo''. E’ la dichiarazione di Silvio Berlusconi, che intorno alle 22 di ieri sera (mercoledì), lascia intendere la sua discesa in campo. Eppure il vertice di qualche ora prima non aveva dato notizie certe sul futuro del Pdl. “Non posso consentire che il mio Paese precipiti in una spirale recessiva senza fine. Non è più possibile andare avanti così, sono queste le dolorose constatazioni che determineranno le scelte che tutti insieme assumeremo nei prossimi giorni”, annuncia Berlusconi, che oggi (giovedì) parteciperà al vertice previsto per le ore 13.30. Riguardo la riunione svoltasi a Palazzo Grazioli afferma: “Il vertice odierno si è svolto “in un clima costruttivo" ragionando "su come rilanciare unitariamente il Popolo della Libertà in prossimità delle impegnative scadenze elettorali. Il progetto di rilancio mira a rafforzare un centrodestra moderno e competitivo, alternativo alla sinistra, per tornare alla guida del Paese. Unità e rilancio, quindi, nella convinzione che le diversità, opportunamente convogliate, costituiscono un arricchimento. Questo è l'obiettivo ambizioso che il Pdl si pone per rappresentare una forza politica in grado di confrontarsi al suo interno ed essere lineare e incisiva in tutte le sue azioni all'esterno". In particolare Berlusconi insiste sui temi della crisi economica: “L'economia è allo stremo, un milione di disoccupati in più, il debito che aumenta, il potere d'acquisto che crolla, la pressione fiscale a livelli insopportabili. Le famiglie italiane angosciate perché non riescono a pagare l'Imu. Le imprese che chiudono, l'edilizia crollata, il mercato dell'auto distrutto”. 

LE REAZIONI

“Tutto ciò che può solo fare immaginare al resto del mondo, ai nostri partner, che si torna indietro, non è un bene per l'Italia. Dobbiamo dare la sensazione che il Paese va avanti". Sono le parole del ministro dello Sviluppo Corrado Passera, che commenta l’eventuale ritorno in campo di Silvio Berlusconi, durante la trasmissione Agorà su Rai Tre. 

 

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©