Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Partito rivoluzionato e blindato contro altre scissioni

Berlusconi pronto a rifare il Pdl "a propria immagine"


Berlusconi pronto a rifare il Pdl 'a propria immagine'
11/10/2010, 09:10

ROMA - E' pronto a rivoluzionare il proprio partito, SIlvio Berlusconi. Un partito più "berlusconiano", nel senso di scegliere persone ancora più fedeli di quelle che ci sono, molte "veline" per dare una patina di ringiovanimento al partito. E soprattutto un altro simbolo ed un altro statuto, in modo da cancellare ogni traccia ed ogni ricordo della presenza di Gianfranco Fini. Probabilmente verrà soppresso anche il triumvirato dei coordinatori, sostituito da una sola persona di completa fiducia del premier (si è parlato di Maria Stella Gelmini o di Daniela Santanchè, ma ci sono forti resistenze ad entrambi i nomi). Ovviamente, come era in Forza Italia e come è già adesso del Pdl, non ci sarà alcuna traccia di democrazia interna: le nomine verranno fatte per cooptazione del Presidente del Consiglio, in base alla fedeltà o nel caso delle donne a qualche altra qualità.
Tutto questo per evitare che possano verificarsi nuovi "tradimenti", come la creazione del Pdl-Sicilia o di Fli. D'altronde si sa che per Berlusconi la qualità che tutti devono avere è la fedeltà verso di lui che è il migliore, il più esperto, il più tutto e quindi saprà guidare le masse verso... che cosa, dati i sempre peggiori che l'Italia sta raggiungendo? Non si sa.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©