Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Berlusconi pronto alla controffensiva mediatica contro Veronica


Berlusconi pronto alla controffensiva mediatica contro Veronica
05/05/2009, 09:05

SIamo solo ai primi passi, dato che Veronica Lario ha annunciato solo nello scorso week end la sua decisione di divorziare, ma già Berlusconi si prepara ad usare il suo immenso potere - politico, economico e mediatico - contro la "signora", come ha cominciato a chiamare sui giornali la moglie. In particolare, il timore è che venga chiesta la "separazione con addebito", da parte della consorte, assistita dall'Avvocato Maria Cristina Morelli, già legale della prima ora di Beppino Englaro. Questo creerebbe le basi per un processo che si annuncia lungo e dal quale il Presidente del Consiglio non potrà uscire con la solita prescrizione (mentre nel processo penale esiste una prescrizione massima, che non può essere superata per nessun motivo, a meno che non sia l'imputato a rinunciarvi spontaneamente, nel processo civile basta che ci siano periodicamente degli atti che dimostrano l'intenzione di tenere in vita il processo, per non far scattare mai la prescrizione, ndr). Il che creerebbe problemi sin da subito, a livello politico. Infatti il Presidente del Consiglio ha deciso di trasformare - come sempre - le elezioni europee in un plebiscito personale; ma questa volta vuole il record. Nel senso che vuole avere più preferenze di qualunque altro politico, presente o passato. E anche se i sondaggi dicono che questa vicenda non ha toccato la sua popolarità, un prolungarsi del divorzio in sede giudiziaria potrebbe essere deleterio. Per questo ieri ha radunato a villa Macherio i suoi figli di primo letto, Marina e Piersilvio, l'Avvocato Nicolò Ghedini e la sorella Ippolita, anche lei avvocato, ma specializzata in cause civili e matrimoniali. In modo da stabilire una linea di condotta.
Anche se sembra che si stia disponendo anche un'altra linea di condotta, di attacco mediatico. Infatti ieri, durante la trasmissione "L'Infedele", condotta da Gad Lerner su La7, sono state fatte vedere delle foto - che faranno parte di un servizio fotografico che passerà sicuramente di giornale in giornale - riguardanti la festa di Noemi, fatta a Napoli. Il punto è che guardandole, si nota che c'è qualcosa che non va: Le foto che ritraggono Berlusconi o sono state fatte con i trampoli oppure sono manipolate: il premier è troppo più alto nelle foto di quanto non sia in realtà. E si vede confrontandone le dimensioni con chi gli sta intorno.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©