Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Berlusconi querela Repubblica per 10 domande


Berlusconi querela Repubblica per 10 domande
28/08/2009, 10:08

E con questo abbiamo raggiunto un altro record: per la prima volta in un Paese democratico un politico querela per diffamazione un quotidiano ritenendo diffamatorie delle domande e chiedendo un milione di euro di risarcimento. E' questo il succo dell'atto presentato dai legali del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi contro il quotidiano "La Repubblica", per le 10 domande rivolte adl quotidiano al premier "per oltre 60 giorni", come viene specificato nella querela. La diffamazione consisterebbe nel fatto che le domande sono retoriche, perchè "non mirano ad ottenere una risposta del destinatario, ma sono volte a insinuare nel lettore l'idea che la persona 'interrogata' si rifiuti di rispondere". Il punto però è che Berlusconi si è sempre rifiutato di rispondere a queste domande, insultando - come è suo solito - i giornalisti del quotidiano romano che da allora hanno provato a fargli domande di qualsiasi genere.
Nella querela è anche riportato come diffamatorio un articolo della Repubblica del 6 agosto, che non è altro che una rassegna stampa di giornali esteri con articoli critici sull'operato del premier.
Vedremo come andrà a finire questa storia, sperando che - dopo essere l'unico Paese occidentale che la House of Freedom considera non libero - non passiamo dalla ripida discesa che stiamo percorrendo, in campo sociale, ad una china ancora più ripida.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©