Politica / Politica

Commenta Stampa

Pdl all'attacco: “Toghe contro la politica”

Berlusconi: respinto ricorso dalla Consulta

Epifani: “Non credo ci saranno effetti sul governo”

Berlusconi: respinto ricorso dalla Consulta
20/06/2013, 09:42

ROMA -  E’ ufficiale, la Consulta, ha respinto il ricorso avanzato dall’ex Premier Silvio Berlusconi.Il Cavaliere ha dichiarato in una nota: "Dalla discesa in campo ad oggi  la mia preoccupazione preminente è sempre stata ed è il bene del mio Paese. Perciò anche l'odierna decisione della Consulta, che va contro il buon senso e tutta la precedente giurisprudenza della Corte stessa, non avrà alcuna influenza sul mio impegno personale, leale e convinto, a sostegno del governo né su quello del Popolo della Libertà. E ciò nonostante continui un accanimento giudiziario nei miei confronti che non ha eguali nella storia di tutti i Paesi democratici. Questo tentativo di eliminarmi dalla vita politica che dura ormai da vent'anni, e che non è mai riuscito attraverso il sistema democratico perché sono sempre stato legittimato dal voto popolare - conclude - non potrà in nessun modo indebolire o fiaccare il mio impegno politico ".Queste le affermazioni dei ministri Pdl in merito alla decisione presa dalla Consulta: "Ci rechiamo immediatamente da Berlusconi. La decisione travolge ogni principio di leale collaborazione e sancisce la subalternità della politica all'ordine giudiziario. E' una decisione incredibile. Siamo allibiti, amareggiati e profondamente preoccupati . La decisione stravolge ogni principio di leale collaborazione e sancisce subalternità della politica all'ordine giudiziario". Anche Guglielmo Epifani si è espresso sulla notizia del giorno:“E' una che era attesa da tempo. Dà ragione a una parte e torto all'altra, non vedo un rapporto tra questa sentenza e il quadro politico”.

Commenta Stampa
di Titti Alvino
Riproduzione riservata ©